Come costruire una piscina coperta? Otto fattori chiave da considerare

 

Guida alla scelta delle piscine

Costruire una piscina coperta si rivela spesso un investimento piuttosto ingente ed è importante proteggere adeguatamente la piscina.

Troppe piscine coperte private e pubbliche sono state distrutte perché l'inventario, le pareti e le strutture edilizie sono state divorate da muffe, marciume e corrosione in quanto non è mai stato installato un adeguato sistema di deumidificazione.

L'installazione di un deumidificatore è fondamentale per gestire le grandi portate di acqua che evapora costantemente dalla superficie di una piscina e dalle piastrelle umide che la circondano. Diverse migliaia di litri d'acqua possono evaporare da una piscina anche in un solo giorno.

La scelta del deumidificatore corretto è un processo complesso ed esistono diversi fattori da prendere in considerazione. In questo articolo elenchiamo i più importanti per fornirvi una panoramica del processo.

Per una guida ancora più completa, registratevi qui per ricevere la nostra "Guida alla selezione della deumidificazione delle piscine" di 44 pagine.

Contenuto dell'articolo

1. Assicurarsi che la composizione chimica dell'acqua sia corretta
2. Scegliere il materiale corretto
3. Scegliere il giusto tipo di deumidificatore
4. Utilizzo di un deumidificatore per la gestione della temperatura
5. Determinazione delle condizioni di funzionamento
6. Calcolo del carico di umidità
7. Ricircolo e distribuzione dell'aria
8. Utilizzo di uno strumento di calcolo per dimensionare un deumidificatore

1. Assicurarsi che la composizione chimica dell'acqua sia corretta

Il primo passo non riguarda il deumidificatore in sé, ma la creazione di un ambiente nel locale piscina, confortevole per gli utenti e non troppo aggressivo per gli ambienti interni.

Un trattamento insufficiente dell'acqua comporta scarsa igiene, mentre l'acqua eccessivamente trattata provoca la formazione nell'aria di gas che contengono cloro, con possibili irritazioni agli occhi e difficoltà respiratorie.

Allo stesso tempo, l'errata composizione degli ingredienti chimici presenti nell'acqua potrebbe distruggere rapidamente l'inventario, compresi il deumidificatore e le altre apparecchiature installate per il trattamento dell'aria.

2. Scegliere il materiale corretto

Scambiatore di calore DanthermI materiali di base utilizzati nel deumidificatore per scambiatori di calore, ventole e superfici possono presentare diverse classi di corrosione, a seconda della durata di vita richiesta.

Si raccomanda che il materiale di base sia in alluminio o in acciaio zincato a caldo e successivamente verniciato a polvere. Gli scambiatori di calore devono essere realizzati in alluminio, con protezione epossidica e rivestiti.

In particolare gli evaporatori e i condensatori necessitano di una buona protezione, prima con un primer realizzato con rivestimento epossidico e poi con rivestimento di finitura.

In genere, l'acciaio zincato o l'alluminio verniciato a polvere sono gli unici materiali adatti per gli ambienti di piscina. Non utilizzare acciaio inossidabile standard.

3. Scegliere il tipo di deumidificatore corretto

Donna in piscina per immersioniFondamentalmente, una piscina coperta può essere deumidificata in due modi: con deumidificatori a condensazione o con deumidificatori tramite ventilazione.

Nelle piscine di piccole dimensioni e nelle vasche idromassaggio raramente esiste un'esigenza di grandi portate di aria esterna. In questi casi, spesso si sceglie un deumidificatore a condensazione, perché è semplice da usare e l'investimento è ridotto.

Nelle piscine di medio-grandi dimensioni, nelle piscine private o negli alberghi, la scelta sarà tra un deumidificatore a condensazione e un deumidificatore tramite ventilazione, a seconda di diversi fattori: requisiti in termini di portata d'aria esterna, livello di comfort e budget.

Nel caso di un'elevata esigenza di portata d'aria esterna e di comfort, a fronte di un budget sufficientemente cospicuo, si tende a privilegiare un deumidificatore tramite ventilazione.

Nelle piscine pubbliche di grandi dimensioni, a causa del numero di utenti, le esigenze di portate d'aria esterna spesso fanno sì che un deumidificatore tramite ventilazione sia la soluzione migliore.

4. Utilizzo di un deumidificatore per la gestione della temperatura

Oltre alla deumidificazione, è possibile utilizzare il deumidificatore anche per regolare la temperatura dell'aria e dell'acqua della piscina. Tuttavia, l'acqua della piscina può essere riscaldata solo da un'unità dotata di un circuito di raffreddamento integrato. 

A seconda del deumidificatore scelto, sono disponibili diverse opzioni per la regolazione della temperatura. Una batteria riscaldante è il modo più diffuso per controllare la temperatura.

Quando la luce solare estiva attraversa le finestre, la piscina spesso supera la temperatura ambiente desiderata. Con un deumidificatore tramite ventilazione è possibile utilizzare il raffreddamento passivo con cui l'aria esterna più fredda viene aspirata dallo scambiatore attraverso un by-pass, in modo tale da non essere riscaldata.

Ambiente con piscina con ventilazioneIn alcuni paesi il raffreddamento passivo non è sufficiente: in questi casi è possibile costruire una pompa di calore in un'unità di raffreddamento reversibile utilizzando una valvola a quattro vie. In questo caso l'aria esterna viene aspirata attraverso una batteria fredda e raffreddata.

5. Determinazione delle condizioni di funzionamento

Esistono diversi fattori da considerare quando si determinano le condizioni di funzionamento di un deumidificatore. I cinque più importanti sono:

  • Temperatura ambiente
    • Normalmente si raccomanda di impostarla di 2 °C più alta rispetto alla temperatura dell'acqua.
  • Temperatura dell'acqua. I valori tipici sono indicati di seguito
    • Piscine private e di alberghi: 26-30 °C
    • Piscine pubbliche: 26-28 °C
    • Piscine da gara: 24-27 °C
    • Idroterapia: 30-36 °C
    • Vasca idromassaggio: 36-40 °C
  • Umidità relativa dell'aria
    • Valore di riferimento tipicamente intorno al 50% UR in inverno e fino al 60% in estate.
  • Contenuto d'acqua nell'aria esterna
    • Lo standard VDI del Nord Europa è 9 g d'acqua/kg d'aria
  • Altre caratteristiche dell'aria esterna

6. Calcolo del carico di umidità

È necessario considerare l'evaporazione della piscinaEsistono tre fattori che devono essere presi in considerazione nel calcolo del carico di umidità di una piscina.

  • Evaporazione dalla piscina: contribuisce positivamente al carico di umidità
  • Spettatori e utenti: contribuiscono positivamente al carico di umidità
  • Aria esterna: normalmente contribuisce negativamente al carico di umidità

Il calcolo dell'evaporazione dalla piscina può essere effettuato con diverse formule. Alla Dantherm utilizziamo le linee guida tedesche VDI 2089, che sono lo standard normale in Europa.

Per un'ampia panoramica sulla determinazione delle condizioni di funzionamento e sul calcolo del carico di umidità, registratevi qui per ricevere la nostra "Guida alla scelta della deumidificazione delle piscine" di 44 pagine.

7. Ricircolo e distribuzione dell'aria

Distribuzione dell'aria - condotto a soffittoIl ricircolo dell'aria in un locale piscina è importante, perché l'aria che si muove non si condensa così facilmente come l'aria ferma.

Il ricircolo dell'aria è definito come il numero totale di volte in cui la portata d'aria circola nell'ambiente in un'ora. L'aria deve normalmente circolare 3-10 volte ogni ora a seconda, ad esempio, dell'isolamento dell'edificio. Gli edifici scarsamente isolati presentano spesso problemi con le superfici fredde che richiedono un maggiore ricircolo dell'aria per evitare la formazione di condensa.

La distribuzione dell'aria ricopre un ruolo fondamentale all'interno del locale piscina Se si aggiunge aria esterna nel locale, è necessario estrarre anche l'aria di scarico dal locale, in caso contrario, nel locale si verifica una sovrapressione, che può portare alla condensazione delle pareti e all'odore di cloro nelle zone adiacenti.

Per garantire una pressione negativa, la portata d'aria di scarico + aria estratta deve essere superiore di circa il 10% rispetto alla portata d'aria di mandata.

8. Utilizzo di uno strumento di calcolo per dimensionare un deumidificatore


Lista di controllo dei dati operativi

 

 

Determinare la procedura di dimensionamento di un deumidificatore per una piscina coperta può risultare difficile, a causa dei molti fattori da prendere in considerazione.

Un modo semplice per affrontare il processo è quello di utilizzare il "Software di selezione Dantherm" e procedere secondo le tre fasi seguenti.

1. Determinare i dati operativi del progetto. È una buona idea utilizzare una lista di controllo (vedere illustrazione), per accertarsi di aver incluso tutto.

2. I dati operativi vengono inseriti nella sezione di calcolo del software, DanCalcTool, dove vengono utilizzati per calcolare le possibili soluzioni per il progetto.

3. Nell'ultima fase è possibile selezionare una o più soluzioni, rappresentarle e verificarle nella sezione di configurazione, DanConfTool.r5t

Guida alla scelta della deumidificazione definitiva

Per approfondire le specifiche sulla scelta e il dimensionamento del deumidificatore più adatto per la vostra piscina coperta: 

Registratevi QUI per ricevere la nostra "Guida alla selezione - Deumidificazione per piscine"

Dantherm è un fornitore leader nel mercato di soluzioni di climatizzazione ad alta efficienza energetica per i clienti di tutto il mondo. Chiedete al vostro fornitore di piscine un prodotto Dantherm.